Ragù di lenticchie

Pilastro della cucina emiliana, il ragù alla bolognese è la salsa più conosciuta ed apprezzata al mondo; per chi preferisce evitare la carne però, ho pensato di proporre una versione vegana utilizzando le lenticchie. Il ragù di lenticchie è gustosissimo e versatile. Da quando ho pubblicato la mia prima prova su Instagram, molti amici mi hanno chiesto la ricetta, quindi ho deciso di condividerla qui con voi! 🙂

Ingredienti:

  • 450gr di lenticchie già cotte
  • 1 carota
  • 1 cipolla
  • ½ costa di sedano
  • 1 rametto di rosmarino
  • 350gr di passata di pomodoro
  • 2 bicchieri d’acqua
  • Sale grosso q.b.
  • Pepe q.b.
  • Olio Evo q.b.
  • Facoltativo: peperoncino

Procedimento:

Tagliare la carota, il sedano e la cipolla finemente per il soffritto.
In una casseruola versiamo una dose generosa (ma non troppo ahahah) di olio Evo e mettiamo il trito a soffriggere. Il soffritto deve cuocere molto bene, la cipolla deve essere quasi trasparente, questo perché è una cottura “espressa” a differenza della cottura lunga del ragù di carne tradizionale.
Se il trito inizia a scurirsi ma il soffritto ha ancora bisogno di cottura aggiungiamo mezzo bicchiere d’acqua. Quando l’acqua si è ritirata versiamo le lenticchie e facciamole tostare tipo risotto per un paio di minuti.
Aggiungiamo il rametto di rosmarino e la passata di pomodoro con il bicchiere e ½ di acqua rimasto.
Aggiungiamo anche una presa di sale grosso (una presa di sale è un modo per dire un pizzico abbondante di sale). Facciamo sobbollire il tutto per almeno 15 minuti fino a che il sugo non prende una consistenza corposa.
Fuori dal fuoco mettiamo una macinata di pepe (perché fuori dal fuoco? mi hanno insegnato così per non bruciare e trattare male la spezia 🙂 ).

Bene, ora abbiamo un sugo pronto per tantissime preparazioni, dalla classica pasta asciutta al ragù ad una gustosa lasagna.

Altre idee Pasta al forno, crespelle di ricotta e ragù di lenticchie, cannelloni, polenta e persino gli Arancini e avanti così… 🙂

La cosa che mi piace di più di questa ricetta è che non si devono seguire le dosi alla lettera ma il tutto può essere modificato in base ai propri gusti.

Buon appetito!

.

.

Lascia un commento